Solo la Plebiscito Padova sa battere l’Ekipe Orizzonte. Lo dimostra anche nella finale della coppa Italia che conquista per la terza volta (dopo il 2015 e il 2017), vincendo per 10-8 una partita sofferta nei primi 14 minuti e poi dominata. Dopo LEN Trophy, scudetto e supercoppa, la squadra siciliana, a punteggio pieno in campionato, si ferma quando sembrava avviarsi verso un altro successo. Brava la Plebiscito Padova a crederci sempre anche sotto 3-0 dopo 11 minuti e lo 0/4 in superiorità numerica. Le venete tornano in scia in 90 secondi con Dario e Centanni (2-3) e nel terzo tempo mettono per la prima volta la testa avanti: 5-4 con due rigori realizzati da Ranalli per contatti con Ioannou, nell’occasione uscita per limite di falli. Da quel momento l’Ekipe insegue solo (6-6), ma perde definitivamente il contatto con la Plebiscito quando fallisce tre superiorità numeriche consecutive nel quarto tempo. Nel frattempo Padova raggiunge il 9-6 con un break di Cetanni, Millo e Queirolo. Ranalli, autrice di una tripletta cone Marletta, poi realizza il 10-7 a 90 secondi dalla fine e chiude il match.
La final six della nona edizione della coppa Italia – disputata per il quinto anno consecutivo al centro federale di Ostia – è firmata dalla Plebiscito, unica squadra in stagione già capace di battere l’Ekipe (4-3 nel turno preliminare di coppa giocato a Padova; poi sconfitta casalinga in campionato per 10-9). In precedenza, nella finale per il terzo posto, la SIS Roma aveva sconfitto la Kally Milano per 14-12.

Vai alla pagina facebook>>

Iscriviti alla Newsletter C.S. Plebiscito!

Sarai aggiornato su promozioni, novità ed eventi!

La tua iscrizione è avvenuta con successo!